Corsi R.S.P.P.

Home / Servizi / Corsi per la sicurezza – ART. 37 D.LGS 81/08

CORSO ANTINCENDIO

Depositphotos_17188831_xl-2015---880x500

Scheda del corso

Il Corso assolve gli obblighi indicati nel D.lgs 81/2008 e D.lgs 106/09 e gli aggiornamenti dell’ultimo accordo Stato Regioni in materia di prima formazione ed aggiornamento dei Titolari e Datori di lavoro che hanno assunto direttamente l’incarico di responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione della Salute sui luoghi di lavoro per le aziende.

La legge vigente prevede che l’incaricato a tale ruolo partecipi a specifici corsi di formazione (predisposti per il settore ATECO dell’impresa) al fine di ottenere una qualifica indispensabile per ricoprire la mansione. Inoltre,il percorso formativo dovrà essere completato ed integrato in relazione ai livelli di rischio dell’azienda.

Anche il datore di lavoro può svolgere il ruolo di RSPP, purché sia stato formato adeguatamente tramite il sorso in questione, ed esclusivamente nei seguenti casi:
– agricole o zootecniche, che occupano fino a 30 dipendenti;
– ittiche, con un limite di 20 lavoratori;
– artigiane o industriali, con un massimo di 30 lavoratori;
– altri settori, fino a 200 dipendenti.

Nel caso in cui non sia possibile svolgere tale incarico da parte del datore di lavoro, sarà necessario
designare un impiegato interno o assumere un RSPP esterno.

Il corso ha l’obiettivo di formare i Datori di Lavoro rispetto alle fondamentali competenze in materia
di sicurezza e salute sul lavoro. Le competenze acquisite durente il corso permetteranno all’incaricato
di svolgere direttamente i compiti di prevenzione e protezione in azienda.

Iscrizioni: Sempre aperte
Attestato: Rilascio attestato con profitto validato da Ente Bilaterale.
Requisiti: Nessun requisito minimo.
Destinatari: Datori di lavoro e titolari delle imprese a rischio basso che si designano quali responsabili del servizio di prevenzione e protezione.

Normativa e sanzioni

La mancata formazione del RSPP datore di lavoro  prevede l’arresto da quattro a otto mesi o un’ammenda da 1.500 a 6.000 euro; La mancata nomina del RSPP interno o esterno prevede l’arresto da quattro a otto mesi o un’ammenda da 5.000 a 15.000 euro.

Recensioni

DICONO DI NOI